Never get so attached to a poem you forget truth that lacks lyricism - J. Newsom

L’approssimativa classifica dei dischi del 2011 /parte 1 di 5/

Posted: December 16th, 2011 | Author: | Filed under: classifiche, dischi | Tags: , , , , | 4 Comments »

(50) Love Inks – E.S.P.

Love Inks - E.S.P.Sono stati una sveltina musicale, ma sono sicuro di averli amati per almeno un pomeriggio.


(49) Melanie Laurent – En t’attendant

Melanie Laurent recordPop elegante e onesto per un disco scritto nientemeno che con Damien Rice. Piacevole, ma attenta a non diventare zuccherosa come Zooey Deschanel, cara Melanie.

 

(48) Panda Bear – Tomboy

Panda Bear - TomboyLa parte interessante degli Animal Collective privata di quella divertente. Funziona, ma fino a un certo punto.


(47) EMA – Past Life Martyred Saints

EMA - Past Life Martyred SaintsIl fatto che sia un lavoro così istintuale e acerbo è quello che me lo ha fatto piacere. Ma è anche quello che mi ha stancato, dopo un po’.


(46) Zola Jesus – Conatus

zola jesus - conatusCandidata al prestigioso premio “CTRL-C CTRL-V” per il disco più uguale a tutti gli altri, poi soffiatole da Dente. Lo ascolto volentieri, nonostante l’imperante senso di déjà vu.

 

(45) Bjork – Biophilia

bjork - biophiliaConcept interessante e qualche canzone degna di nota in un progetto che non ha né le palle di Medulla né la cura di Vespertine.   La musica dovrebbe avere più a che fare con la musica, e qualcuno dovrebbe ricordarlo a Bjork.

 

(44) Laura Veirs – Tumble Bee

laura veirs - tumble beeLaura Veirs sa essere incantevole e intelligente anche quando scrive un disco per bambini. Chapeau!

 

(43) My Bubba & Mi – Wild & You

My Bubba & Mi - Wild & YouNonostante la decurtazione di un membro del gruppo, le My Bubba & Mi continuano a battere gli stessi percorsi sonori del primo LP, con risultati altrettanto lovely.

(42) Youth Lagoon – The Year of Hibernation

Youth Lagoon - The Year of HibernationCome suggerisce il titolo, le canzoni degli Youth Lagoon sembrano davvero essere state ibernate. Tutto è ovattato in questo disco che colpisce per l’atmosfera extracorporea che si impegna a creare.

(41) Florence & The Machine – Ceremonials

Florence & The Machine - CeremonialsQuesto disco ha la voce, le idee e una manciata di canzoni pop davvero potenti. Ha però anche una ripetitività strutturale e certe scelte stilistiche che me lo hanno reso a tratti davvero noioso.


4 Comments on “L’approssimativa classifica dei dischi del 2011 /parte 1 di 5/”

  1. 1 Matteo said at 1:30 am on December 17th, 2011:

    Ciao! Allora, di questi bravi artisti conosco soltanto la Bjork, ma non quest’album in particolare. Confido nelle parti alte della tua classifica per non fare figuracce. Ehm. :)

  2. 2 admin said at 1:41 am on December 17th, 2011:

    Se non conosci nemmeno le parti alte puoi sempre annuire con condiscendenza: prometto di non fare domande :D

  3. 3 Devis said at 1:18 pm on December 17th, 2011:

    Allora… Mi affianco a Matteo… Anche io conosco solo Bjork ma, sempre come lui, non con quell’album.
    Adesso però devi essere buono con me come con lui… :D
    E comunque anche io aspetto la 5° parte, spero di conoscerne qualcuna hahahahah
    Ciao!!!!
    Buon weekend!!!!!

  4. 4 admin said at 5:36 pm on December 17th, 2011:

    Certo, sono buono con tutti, io! Anche perché non voglio ricevere carbone anche quest’anno ;P

    Buon week end anche a te!


Leave a Reply