Never get so attached to a poem you forget truth that lacks lyricism - J. Newsom

Trovare casa a Berlino #9 – Speciale Scam

Posted: March 28th, 2012 | Author: | Filed under: Berlino, trovarecasa | No Comments »

Mi rendo conto solo ora di aver tralasciato, scrivendo la mia guida, un annoso problema che affligge non solo i berlinesi intenti a cercare una stanza, ma anche tutti i fruitori di siti web tramite cui cercare appartamenti in vendita : lo scam.

Cos’è lo scam?

Per quanto il nome possa far pensare a qualche pratica sessuale/alimentare praticata da Gianni Morandi, per scam si intendono le truffe che avvengono tramite la pubblicazione di annunci/offerte/proposte fasulli attraverso internet.

Come funziona lo scam?

Nel mondo immobiliare l’iter è più o meno sempre lo stesso: un individuo situato in qualche luogo X del mondo (la tradizione vuole che sia la Nigeria, patria dello scam per antonomasia) pubblica un annuncio in cui dice di voler affittare una stanza in un luogo Y (diciamo Berlino); nel momento in cui il malcapitato RoomSearcher risponde all’annuncio, lo Scammer lo convince con qualche escamotage a farsi dare un anticipo sull’affitto o sulla cauzione per bloccare la stanza prima ancora di averla vista. Et voilà, il gioco è fatto: lo scammer hai i suoi soldi e il RoomSearcher continua a non avere un tetto sulla testa.

Come si riconosce lo scam?

Posto che Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio rimane un’ottima filosofia di vita, gli scammer hanno tratti distintivi per cui è facile distinguerli:

1. Lo scammer vive altrove. Ovviamente i truffatori online del mondo immobiliare non possono mostrarvi una stanza che non c’è. La spiegazione più comunemente fornita è il fatto che al momento vivono in un altro paese e si trovano a gestire tutta la cosa da fuori Berlino. Possibile che non abbiano un-amico-uno che  possa fare una giornata di casting e scegliere il nuovo affittuario della stanza? Non credo proprio.

2. Lo scammer ha fretta. Lo scammer fa pressione, vuole concludere tutto il processo nel più breve tempo possibile e sembra non importargli che il suo appartamento/stanza finisca in mano a una persona sana di mente.

3. Lo scammer non sa l’inglese. La cosa più divertente sono gli scammer che si fingono studentesse dello Yorkshire e poi ti scrivono nell’inglese di Mara Maionchi.

4. Lo scammer ha un Facebook sospetto. Se provate a cercare la mail del vostro interlocutore e vi esce un profilo Facebook, aspettate un attimo prima di gioire. Molti degli scammer che ho incrociato in rete il Facebook lo avevano, ma era quantomeno sospetto. Pochi amici, quasi nessuna attività, foto del profilo in cui si intravede una figura umana a seicento metri di distanza. Sospetto. Decisamente sospetto.

5. Lo scammer è contorto. Spesso il truffatore online fornisce storie complicate e poco logiche sul perché abbia fretta o non possa mostrarvi la stanza in questione. So che quando si cerca una stanza la disperazione tende ad offuscare la logica, ma chiedetevi sempre se quello che vi viene proposto vi sembra la cosa più sensata.

6. Lo scammer ha pretese assurde. La cosa divertente dello scam è che di solito le stanze sono molto economiche (tipo 200 Euro al mese per una singolo a Friedrichshain, piuttosto che un intero monolocale), ma lo scammer richiede sempre qualcosa come tre mesi di affitto anticipati o una cauzione esorbitante. Il campanello di allarme nelle vostre teste dovrebbe risuonare in modo assordante davanti a richieste di questo tipo.

Tutto qui. Ma la versione concisa di tutto ciò è che se un annuncio vi insospettisce per una qualsiasi delle ragioni sopraindicate (o anche qualcuna a cui non ho pensato) è meglio lasciar perdere e passare avanti.

 



Leave a Reply